Salute

Curare sé stessi attraverso buone abitudini di vita

Posted On
Posted By Admin

I momenti di stanchezza e difficoltà emotiva o mentale portano le persone spesso le persone dal medico di base e nei laboratori di analisi del sangue. Se non ci sono problemi di salute reali come malattie e squilibri, il malessere psicofisico può essere dovuto ad un insieme di comportamenti e abitudini sbagliate come l’alimentazione ricca di grassi che esclude frutta e verdura, poche ore di sonno, troppo lavoro o tempo trascorso davanti al computer, alla televisione e ai social network.
Fisico e mente si ammalano sempre insieme quando non vengono nutriti e curati a dovere. Il nutrimento non è solo cibo e, soprattutto, non è solo materiale ma anche psicologico ed emotivo. Per sostenere le energie mentali e fisiche, crearsi delle riserve che ci sosterranno nei momenti più faticosi delle giornate o dell’anno, è importante considerare questi ambiti come bagaglio delle buone e sane abitudini di vita.

Quanto è importante prendersi cura di sé stessi

Partiamo dall’alimentazione, il nostro corpo trae dal cibo l’energia necessaria per vivere ed essere forte. Muscoli, cervello, cuore, ossa, arti e articolazioni riescono a rispondere ai carichi giornalieri, alla fatica, ai momenti di agilità e resistenza quando vengono supportati da nutrienti importanti. I nutrizionisti consigliano un’alimentazione varia e non ricca solo di grassi e carboidrati, di sale e zuccheri, questi ultimi vengono assunti dal nostro corpo in eccesso a causa dei fuori pasto o di troppi spuntini.
I carboidrati devono esserci ma nella quantità giusta, durante la settimana dobbiamo alternare pesce, carne bianca e rossa, uova per supportare l’energia muscolo-scheletrica con le proteine. Frutta, verdura e legumi incrementeranno le nostre risorse di sali minerali, fibre e altri nutrienti sia energetici che depurativi. Gli zuccheri non vanno esclusi, così come il sale, vanno integrati e assunti nelle porzioni corrette.
Aggiungiamo a tutto ciò, l’idratazione attraverso uno o due litri di acqua raccomandati, una riserva importante che rinfresca il corpo umano nei momenti più difficili e dispendiosi.
Sonno e riposo sono importanti quanto l’attività fisica. Otto ore di sonno e delle pause brevi durante la giornata aiutano cervello e muscoli a non esaurire tutte le energie, a migliorare nelle prestazioni giornaliere, ad esempio la memoria, a riprogrammarsi aumentando anche la capacità di visione di insieme, ragionamento, riflessione e interiorizzazione.
Purtroppo, la vita nelle grandi città è sedentaria, anche chi fa lavori manuali, faticosi o vive in campagna a causa di televisione e social network sempre accesi tende ad escludere l’attività fisica dalla pratica di benessere quotidiana o settimanale. Eppure sgranchire le articolazioni con pochi esercizi o minuti di ginnastica, dedicarsi alla corsa, alla camminata veloce, nuotare, praticare sport con la palla e altro aumenta le energie, lo spirito e le capacità di lavoro e attività.
Integratori alimentari: cosa sono, quando e come assumerli
Un naturale stato di salute può essere supportato, in qualche caso specifico, da integratori naturali che incrementano o aiutano nell’assorbimento di importanti elementi come sali minerali, vitamine, zinco.
Gli integratori alimentari non sono medicinali e la loro assunzione deve essere regolare ma non eccessiva, oggi sono prodotti principalmente con principi di fitoterapia, sono quindi a base di frutta e altri vegetali. Sostengono lo stato fisiologico incrementando gli aminoacidi, i grassi essenziali e le fibre. Non sostituiscono l’alimentazione ma la supportano. Le mache importanti di integratori le trovate nelle farmacie e parafarmacie autorizzate, ad esempio qui potete scegliere prodotti e integratori certificati e garantiti.

Related Post

leave a Comment