Uncategorized

Mettere in sicurezza casa con i bambini piccoli

casa-sicura-bambini Posted On
Posted By Admin

Nell’immaginario collettivo la casa è il luogo più sicuro per i bambini: mai convinzione fu più errata. La casa, tesi supportata tra l’altro dalle più recenti statistiche, è in realtà il luogo dove possono succedere incidenti molto frequenti, più o meno gravi.
Evitarli tutti sarà impossibile, perché l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. Ciò che però potrai fare è mettere in sicurezza la casa, soprattutto se hai dei bambini piccoli, per ridurre al minimo questi rischi.
Vediamo insieme i pericoli più comuni delle nostre abitazioni e qualche piccolo accorgimento per la tua e la vostra sicurezza.

  • I medicinali

Inutile dire come i medicinali, se ingeriti o inalati, possano rappresentare, se assunti nel momento sbagliato e senza prescrizione medica, un pericolo potenzialmente letale per i tuoi piccoli. L’errore più frequente è quello di tenere questi medicinali in luoghi non consoni e dedicati, lasciandoli accessibili a chiunque.
La soluzione? Riponi i medicinali in un armadietto posizionato in alto, o quantomeno nei ripiani più alti dello stesso, meglio ancora se dotato di una serratura, non lasciando ovviamente la chiave a portata di mano dei bambini.

Consiglio: la pillola anticoncezionale è uno dei medicinali più ingeriti dai bambini, conservala quindi in un luogo sicuro!

  • Gli spigoli

Sicuramente sbattere contro uno spigolo è uno degli incidenti più frequenti, non solamente per i bambini piccoli a dire il vero, e probabilmente i tuoi mignolini dei piedi ne sanno qualcosa. Ma non sempre le conseguenze dello sbattere contro uno spigolo sono così leggere: i bambini hanno un’altezza che ben si presta a sbatterci la testa contro, o peggio ancora gli occhi. Installa quindi dei paraspigoli: questo piccolo accorgimento ti eviterà guai ben più grossi.

  • I mobili non adeguatamente fissati

Qualsiasi tipo di mobile, seppure possa sembrare superfluo dirlo, deve essere ben fissato e ancorato alle pareti. Se questo accorgimento viene ovviamente usato per i mobili pensili, per ovvie ragioni, viene altrettanto spesso dimenticato per i mobili che poggiano sul pavimento, come ad esempio le cassettiere che, nel momento in cui dovessero venire aperte dal tuo bambino, si potrebbero ribaltare. Le conseguenze? Decisamente ovvie.

  • Le serrature delle porte

I bambini sono curiosi, si sa, e nei primi anni della loro vita ovviamente amano sperimentare e toccare qualsiasi oggetto capiti loro a tiro. Se il bambino dovesse girare la chiave dentro una serratura, chiudendosi in una stanza, oltre al logico spavento, potrebbe uscire dalla tua vista e farsi molto male. Togli quindi tutte le chiavi dalle porte per evitare questo banale pericolo, soprattutto quella del bagno, dove magari hai riposto i detersivi, per cui vale il medesimo discorso fatto per i medicinali.

  • Gli animali

Ovviamente non è il pericolo in sé rappresentato dall’animale il problema. Sappiamo bene come sia decisamente piacevole e consigliata la compagnia di un pelosetto per il tuo bambino. Ma non dovrai mai lasciarlo solo con l’animale, soprattutto nei primi anni della sua vita. Un cane di grossa taglia, ad esempio, muovendosi può far cadere inavvertitamente il piccolo, o un gatto, se adeguatamente stuzzicato, può graffiare anche in punti molto pericolosi, come gli occhi.

  • Le piante

I bambini hanno il brutto vizio di mettere in bocca qualsiasi cosa. A volte, come nel caso delle piante, pensando a loro come un qualcosa di naturale, si sottovalutano i pericoli che possono derivare dal loro ingerimento. Il tuo bambino non sa, ovviamente, che una determinata pianta può essere velenosa se ingerita: attenzione quindi a non lasciarle alla portata del piccolo.

  • Impianti domestici non a norma

Dovrebbe essere inutile dirlo, ma la prudenza non è mai troppa, soprattutto quando si parla di bambini. L’impianto elettrico deve essere quindi dotato di salvavita con relativa messa a terra, le prese devono essere bipolari con la protezione dall’inserimento accidentale di oggetti ed è bene installare anche dei rilevatori anti-fumo e anti-gas che ne interrompano immediatamente l’erogazione in caso di fughe e facciano partire un allarme.

Consiglio: presta moltissima attenzione ai tuoi elettrodomestici che siano certificati IMQ e CE. Se così non fosse, cerca di sostituirli il prima possibile perché sono potenzialmente dei pericoli enormi per l’incolumità tua e dei tuoi piccoli.

  • Le scale

Cadere rovinosamente dalle scale può causare conseguenze drammatiche per gli adulti, figurati quindi per il tuo bambino. Presta attenzione che non ci siano ostacoli sui gradini, come ad esempio i suoi amati giocattoli, che aumenterebbero il rischio di caduta.
Infine installa dei cancelletti che ne impediscano l’accesso e possibilmente che siano dotati di serratura: l’ingegno dei piccoli per aggirare tutti gli accorgimenti che potresti utilizzare per la loro sicurezza, è tristemente famoso.

  • Stoviglie e posate

Uno degli ambienti domestici maggiormente a rischio di incidenti è la cucina, anche e soprattutto per i tuoi bambini. Se proprio non puoi evitare che il bambino stazioni in cucina, cerca però di rendere quantomeno inaccessibili tutte le stoviglie e soprattutto le posate, dal momento che lasciare un coltello in mano ad un bambino non è propriamente consigliabile.

  • Forno e fornelli

Il magnetismo che hanno gli oggetti più pericolosi è pari solo alla curiosità che i bambini hanno verso gli stessi. Più l’oggetto non è indicato per i bambini, più loro si avvicineranno, come ad esempio forno e fornelli. Se il forno è ad altezza bimbo, deve essere assolutamente dotato di vetro atermico, mentre se non lo fosse deve essere posizionato ad un’altezza tale da non essere raggiunto.
Stesso discorso per i fornelli della tua cucina, che dovranno essere dotati di un dispositivo di termocoppia e di una protezione posta davanti agli stessi per non permettere al tuo bambino di avvicinare le mani alla fiamma.

Consiglio: dal momento che con i bambini la prudenza non è mai troppa, o non è mai sufficiente, posiziona le pentole con acqua bollente, olio o qualsiasi altro liquido sui fornelli più vicini al muro, e con i manici rivolti verso lo stesso.

  • I giocattoli

Sul tema giocattoli si potrebbe scrivere moltissimo. Sono gli oggetti che più useranno i tuoi piccoli, quindi devono essere sicuri e certificati con il marchio CE. Attenzione anche all’età raccomandata sulla scatola del giocattolo, perché quelli destinati a bambini più grandi hanno spesso piccole parti che risulteranno assolutamente fuori luogo e pericolosi per quelli più piccoli: potrebbero ingerirli con conseguenze disastrose.

  • I soprammobili

Probabilmente starai pensando che alcune di queste raccomandazioni possano essere superflue, ma questo i bambini non lo sanno.
Consultando infatti le statistiche sugli incidenti domestici, sono in realtà le azioni più banali ad essere quelle maggiormente sottovalutate, ed è questo il caso dei soprammobili. Spesso si lasciano oggetti di vetro sopra al tavolo, ai mobili o ai ripiani. La curiosità non è solo donna, ma anche bambino: nel momento in cui (sicuramente) cercherà di prendere uno di questi oggetti, potrebbe cadergli addosso, rompendosi e causando tagli e ferite non propriamente piacevoli.

  • I balconi

Faresti mai sporgere di proposito il tuo bambino dal balcone? Non crediamo! Nel momento in cui però non metterai in sicurezza balconi e terrazzi, è come se tu lo stessi facendo. Ecco perché un capitolo totalmente a parte va affrontato sui balconi e la relativa sicurezza.
Ovviamente trasformare il balcone o il terrazzo in un luogo piacevole da vivere, permette di non farsi opprimere dalla claustrofobia della tua abitazione.
Mettere in sicurezza il balcone è altrettanto importante che viverlo, non solo per il tuo bambino, ma anche per i passanti. Non è raro difatti che un piccolo abbia il brutto vizio di lanciare oggetti. E se uno di questi colpisse un passante? Non sarebbe un’esperienza molto piacevole.

Con questo presupposto appare quasi ovvia l’installazione di reti leggere, siano esse in plastica o in metallo, alte almeno 1,50 mt. Per agevolarne il montaggio, delle apposite aste per il parapetto possono aiutare moltissimo (si trovano su esconti.it).
La rete, essendo bucherellata, non impedirà alla curiosità del tuo bambino di essere soddisfatta, lasciandogli libera la visuale verso il mondo esterno e proteggerà sia lui stesso se cercasse di arrampicarsi sulla ringhiera, che come già detto i passanti dall’essere colpiti da qualche oggetto lanciato.

Consiglio: la presenza di una rete aumenta ovviamente la sicurezza del balcone, ma ciò non significa che il tuo piccolo potrà essere lasciato solo a giocare. All’ingegno dei piccoli, si sa, non c’è mai limite!

Related Post

leave a Comment