Tutelare i propri risparmi investendo in maniera intelligente

Investire in maniera intelligenteCome investire i propri risparmi senza correre il rischio di perdere i soldi? Sono numerose le persone che si pongono questa domanda, dal momento in cui la paura di andare incontro ad inconvenienti  è piuttosto alta, specie se aggiungiamo il dettaglio, non poco rilevante, della difficile situazione economica che stiamo vivendo.

Per evitare di ricavare esiti negativi, come suggerito dal blog tematico di economia e finanza Affari Miei, è indispensabile informarsi accuratamente sui differenti metodi di risparmio, cercando di selezionare quello che rispecchia le vostre esigenze con efficienza. Il mercato propone diverse alternative sicure per investire i vostri risparmi, ma solo una giusta dose di attenzione vi permetterà di non imboccare tragitti sbagliati, al cui termine non sono stabiliti i traguardi desiderati.

Le soluzioni affidabili, in termini di sicurezza, per investire i vostri soldi sono diverse ed in questo articolo ne osserveremo da vicino una: quella dei buoni del tesoro poliennali. Stabiliamo di cosa si tratta: sono certificati di debito emessi dallo Stato italiano, con scadenza superiore all’anno solare. Sono gestiti dal Mercato generale dei titoli di Stato, partendo da capitali superiori a 2,5 milioni di euro. Attualmente sono preferiti da molti, che li selezionano come proprio metodo di investimento. I Btp vantano di un rendimento stabilito dal tasso fisso della cedola e dalla differenza fra il costo di emissione e il prezzo di rimborso.

Nel corso del loro “tragitto” finanziario sono soggetti ad oscillazioni di prezzo e, al momento del rimborso verrà restituito l’ammontare del valore nominale. I buoni del tesoro poliennali, come affermato precedentemente, presentano un rendimento non elevato ma nemmeno bassissimo pari al 2,10%. Tale cifra non risulta essere molto soddisfacente, e per tale motivo può sembrare intelligente guardare altrove, mirando al altri metodi di investimento dei propri beni.

Lo scopo dell’acquisto dei titoli di Stato è essenzialmente quello di proteggersi dall’inflazione, ma nel momento in cui quest’ultima è destinata ad aumentare, e di conseguenza il rendimento a calare ancora una volta, non risulta molto significativo preferire questa soluzione. Rimane, però, esclusivamente una decisione strettamente personale del consumatore, il quale è libero di decidere in quali acque navigare. L’unico consiglio, dal nostro punto di vista fondamentale, è la massima attenzione durante la ricerca, e quindi la selezione, di un determinato percorso. È indispensabile ricercare massima fiducia e serietà, attraverso una chiara fissazione di quelli che sono gli obiettivi desiderati nel breve e nel lungo periodo.