Juventus-Lazio da brividi: la sfida Scudetto che non ti aspetti

JUVENTUS-LAZIO DA BRIVIDI. LA SFIDA SCUDETTO CHE NON TI ASPETTIDopo quasi due anni di duello tra Juventus e Roma, improvvisamente il campionato si ritrova con un nuovo scontro a distanza e il destino beffardo ci propone immediatamente lo scontro diretto.

Per i biancocelesti, reduci da ben otto vittorie consecutive, è un’annata straordinaria e il match allo Juventus Stadium ha tutte le carte in regola per definirsi una vera e propria sfida scudetto, come sottolineano anche gli esperti di scommesse sul calcio online di bet365.

La Juventus ha comunque 12 punti di vantaggio più lo scontro diretto (a meno che la Lazio non vinca 4-0) e il discorso scudetto non dovrebbe essere in discussione. I bianconeri però hanno altre sfide importanti da superare in campionato ed in mezzo un sogno Champions da coronare. La conferma arriva proprio da Allegri secondo il quale “per lo scudetto, nulla è deciso … la Lazio può arrivare a 82 punti, quindi ci sarà ancora da lottare”. Certo, i precedenti non aiutano la Lazio, che nelle ultime 20 partite in campionato contro la Juventus non ha mai vinto, collezionando ben 14 sconfitte e 6 pareggi.

La Juventus è caduta a Parma dopo 20 partite da imbattuta con 14 vittorie e 6 pareggi; la Lazio invece è un rullo compressore con i suoi otto successi consecutivi, cosa che non accadeva dall’aprile 2007. Oltre ad un rendimento stratosferico, i capitolini nel girone di ritorno registrano il miglior attacco, con 25 gol, e la miglior difesa, con sole 6 reti subite, proprio come la Juventus.

Per quanto riguarda le formazioni, in casa Juve mancherà sicuramente Ogbonna appiedato dal giudice sportivo oltre agli infortunati di lungo corso. Mister Allegri, nonostante la sconfitta di Parma, avrebbe riproposto volentieri il turn over in vista della delicatissima trasferta nel Principato di Monaco mercoledì prossimo. Invece l’irruenza della Lazio impone che i big debbano essere in campo. Per quanto riguarda Tevez questo potrebbe essere un bene, perché l’Apache quanto più gioca più va in forma.

I bianconeri dovrebbero comunque scendere in campo con il solito 3-5-2, con Buffon tra i pali e lo storico muro difensivo composto da Barzagli, Bonucci e Chiellini. A centrocampo sugli esterni dovrebbero andarci Evra e Padoin, con Litchsteiner a riposo. Sulla linea mediana invece spazio ancora a Sturaro che potrebbe far rifiatare Marchisio, accanto a Pirlo e Vidal, che agiranno alle spalle del trequartista Pereyra. In attacco Tevez dovrebbe essere affiancato da Morata per non lasciare spazio ai rimpianti.

Sulla sponda Lazio emergenza in difesa con Novaretti e Cavanda squalificati e DeVrij infortunato. In porta ci va come al solito Marchetti dietro una linea difensiva composta da Basta, Mauricio, Cana e Lulic. A centrocampo out Parolo uscito malconcio dalla sfida contro l’Empoli, Pioli si affida alla coppia Biglia-Cataldi dietro il trio dei trequartisti composto da Candreva, Mauri e Felipe Anderson. Unica punta sempre Klose che proverà a far male alla difesa bianconera con Djordjevic che torna in panchina dopo oltre mesi

Per un big match ci vuole un arbitro top e perciò è stato designato Nicola Rizzoli della sezione di Bologna coadiuvato dagli assistenti Faverani e Meli, con Damato e Irrati arbitri di porta e Crispo quarto uomo.