Il 2015 è l’anno delle stampanti 3D

Stampanti 3d 2015

Ingranaggi stampante 3D

Dopo anni di attesa il 2015 dovrebbe l’anno della stampa 3D in particolar modo per le stampanti 3D SLA.

Anche se ad oggi i maggiori modelli di stampanti 3D utilizzati sono quelli FFF (Fused filament fabrication) e FDM, la tecnologia SLA dovrebbe prendere finalmente piede nel corso del 2015 anche nel settore consumer.

Vediamo nel dettaglio però di cosa si tratta.

Il processo di Stereolitografia laser (SLA o SL) è stato il primo metodo utilizzato nel mondo delle stampa 3D e venne commercializzato nel 1986 dalla 3D Systems che lo brevettò.

Questo è un processo di prototipazione rapida e nella stampa 3D si basa sulla fotopolimerizzazione della resina allo stato liquido che è contenuta all’interno di una vasca che una volta attraversata dal fascio laser diventa solida andando a dare forma ai vari strati che andranno a formare l’oggetto.

Un file contenente il modello 3D e con estensione STL fornisce alla stampante 3D tutti i movimenti che deve fare per formare l’oggetto che vogliamo stampare:.

Per una maggiore stabilità dell’oggetto stesso durante la Stampa 3D dell’oggetto vengono create strutture laterali che vengono rimosse manualmente al termine del processo.

Gli oggetti creati con la Stereolitografia laser devono essere puliti e curati e spesso subire altri processi di rifinitura come quello della colorazione.

La stereolitografia laser è generalmente considerata come uno dei processi più accurati per la Stampa 3D data la sua grande precisione e l’accuratezza dei dettagli ma a causa degli elevati costi dei macchinari questa tecnologia resta al momento proibitiva per molti.

Nel 2015 però verranno messe sul mercato numerose Stampanti 3D che avranno per la prima volta un costo inferiore ai 10.000 dollari.

Con l’arrivo inoltre sul mercato della stampa 3D di aziende come Verbatim, Microsoft e HP non ci resta che stare a vedere con la certezza che, comunque vada, la stampa 3D sia il futuro.