Complementi ed Accessori per il Giardino

Il giardino è una delle zone relax più apprezzate di tutta la casa. È amato dai bambini che possono giocare in tutta sicurezza all’aria aperta, è adorato dagli adulti che possono starsene comodamente al sole a leggere un buon libro oppure fare delle belle feste con tanti amici.

Per tutti questi motivi è fondamentale scegliere i giusti complementi d’arredo per il giardino e gli accessori per abbellirlo senza appesantire, individuando anche ciò che effettivamente serve.

La scelta giusta dei materiali dei mobili da giardino

Complementi da GairdinoI mobili da giardino devono essere necessariamente molto diversi rispetto a quelli che utilizziamo in casa. Essi, infatti, sono soggetti alle intemperie e all’usura del sole, oltre che a dover avere la caratteristica di potersi spostare comodamente di frequente, visto che in molti casi per feste e aperitivi in giardino bisogna poter cambiare la disposizione dell’arredamento nel giardino.

La caratteristica principale che devono avere questi mobili, è quella di necessitare di scarsa manutenzione. In tal senso il materiale principale da consigliare per l’arredamento da esterno è senza dubbio la plastica: anche se si tratta di un materiale poco pregiato e meno bello del legno, la plastica non si scolorisce né si rovina quando soggetta a mal tempo. Per giunta è un materiale economico e che sicuramente si usura di rado, ed è anche molto economico: quando il mobile ha “fatto il suo percorso di vita” con pochi euro e senza rimpianti si può acquistarne un altro.

Il legno è sicuramente un materiale più bello sotto il profilo estetico, però è soggetto ad usura, si scolorisce facilmente e bisogna avere l’accortezza di riporre sempre dentro i mobili in questo materiale, se doveste utilizzarlo fate attenzione a non farlo marcire sotto la pioggia!

Un materiale ottimo per l’outdoor, nonché valido compromesso tra il legno e la plastica, è il metallo. Si rovina con meno facilità del legno, ma ha il difetto di essere più pesante della plastica, pur essendo più pregiato.

Il rattan per un tocco etnico agli esterni di casa

Sedie da GiardinoMenzione a parte merita il rattan, un materiale che si sta diffondendo negli ultimi anni, grazie soprattutto alla moda dell’arredamento etnico.

Si tratta di una speciale lavorazione del legno, ottenuta intrecciando (nel caso del rattan intrecciato, altrimenti si lascia così) i rami essiccati di una palma particolare che viene reperita in Asia; una volta essiccati vengono impermeabilizzati e trattati con delle resine.

Si tratta di un genere che si adatta veramente molto bene al giardino,  con colorazioni dal giallo al marrone. A parere di chi scrive, sono particolarmente belle le sedie a dondolo in rattan.

La scelta del gazebo o dell’ombrellone in giardino

Complementi per il GiardinoParticolarmente ostica è la scelta tra il gazebo e l’ombrellone quando si arreda il giardino. Si tratta di due complementi d’arredo indispensabili, soprattutto per l’estate.

Ombrelloni e gazebo sono pensati per fare ombra, ma a differenza dell’ombrellone, il gazebo presenta una struttura vera e propria, capace di separare completamente un angolo del giardino a vostra scelta. Sotto il gazebo, al riparo dal sole, si possono inserire tavolini, sedie o veri e propri divani, che creano un angolo relax tutto per voi.

Gli ombrelloni, invece, sicuramente più economici, possono essere strutturati in modo da rimanere fissi e ancorati al terreno, oppure se ne possono comprare direttamente ancorati ancorati tavolo, in modo da farvi mangiare riparati. Non assolvono al compito di zona separata dedicata al relax come il gazebo, ma stare sotto l’ombrellone con una sdraio mentre si legge un libro, rappresenterà uno dei vostri momenti più belli della giornata.

Per illuminare il giardino l’ideale è scegliere dei faretti: vi consiglio di fare cura ad inserire l’illuminazione già nel gazebo (se è stata la vostra scelta): con un buon elettricista non vi pentirete della scelta.

L’amaca da giardino

Il vero relax in giardino, però è quello che si vive tranquillamente dondolati da un’amaca, dove si può dormire, leggere o semplicemente sognare.